Cos'è la Tecarterapia.

tecar

La Tecarterapia è una nuova forma di terapia frutto della ricerca in fisioterapia che riattiva i naturali processi riparativi e antinfiammatori senza proiezione di energia radiante dall'esterno. Applicata nelle patologie osteoarticolari e muscoloscheletriche abbrevia i tempi di recupero riabilitativo e riduce il dolore. Questa tecnica del tutto innovativa stimola energia dall'interno dei tessuti, attivando naturali processi riparativi e antinfiammatori attraverso uno strumento di alta tecnologia.

07


Come funziona la Tecarterapia.

Il suo funzionamento e la sua efficacia si basano sulla possibilità di trasferire energia biocompatibile ai tessuti lesi utilizzando un elettrodo resistivo;  senza alcuna somministrazione dall'esterno, ma inducendo dall'interno le cosidette "correnti di spostamento" attraverso il movimento alternato delle cariche elettriche che, sotto forma di ioni, sono costituenti essenziali di ogni substrato biologico.





Ecco alcune significative applicazioni


   

    1) CONDROPATIA ROTULEAtecar00

L'elettrodo resistivo posizionato sulla rotula genera una benefica endotermia nell'interstizio fra tessuto cartilagineo e la parte più propriamente ossea dell'articolazione femoro-patellare

     2) COXARTROSI

La piastra di ritorno, opportunamente posizionata sotto l'addome o la coscia, e l'elettrodo resistivo posizionato sull'area glutea, contrastano il danno cartilagineo a livello della testa femorale, che riduce l'articolarità

      3) ALGIE CRONICHE

L'uso dell'elettrodo resistivo consente una migliore idratazione dei dischi intervertebrali. Aumenta così l'effetto ammortizzatore nei confronti dei microtraumi. Il trattamento viene perfezionato con l'uso dell'elettrodo capacitivo lungo i fasci muscolari paravertebrali, per allentare la retrazione riflessa e risolvere la contrattura inveterata, che porta ad esempio alla rettificazione del rachide nel caso dell'artrosi cervicale

     







                                                                 4) PUBALGIA CRONICA

tecar01

Con la piastra di ritorno situata nell'area lombosacrale,e l'elettrodo resistivo sulla parte interna mediale delle cosce, è possibile un'interazione profonda sulle strutture della sinfisi pubica e sulle inserzioni dei muscoli profondi pubo-coccigei, oltre che sulla inserzione del muscolo retto dell'addome

       5) CAPSULITE ADESIVA

La possibilità di dilatare senza controindicazioni i tempi di applicazione in modalità resistiva permette una buona distensione del tessuto fibroso sinoviale: la migliore estensibilità della capsula fibrosa allevia il dolore nell'immediato e durante i movimenti. Il trattamento successivo dei muscoli bicipite br., tricipide br., coraco br. con l'elettrodo capacitivo favorisce il ripristino della forza nel braccio

        6) SPERONE CALCANEARE

A soggetto supino l'elettrodo resistivo viene applicato sulla zona plantare del calcagno per migliorare la mobilità dell'articolazione tibio-tarsica, interferendo sulla deposizione degli ossalati a livello dei tessuti peritendinei. Il massaggio della pianta del piede con l'elettrodo capacitivo migliora l'elasticità deii muscoli plantari

 



 
Questo articolo è stato letto: 9646 volte